"ut velocius ut vehementius"

Organizzazione centrale

Presidenza Nazionale

Il Presidente Nazionale è scelto tra i Militari di ogni ordine e grado in ausiliaria, riserva o congedo assoluto che provengano dall’Arma di Cavalleria.

[vai alla pagina]

Consiglio Direttivo Nazionale

Il Consiglio Nazionale, quale espressione rappresentativa dell’Assemblea Generale associativa, è il massimo organo deliberativo.

[vai alla pagina]

Sezioni

Presenti sul territorio, sono il fulcro dell'attività associativa, portavoce delle istanze, delle aspettative e della volontà dei Soci.

[vai alla pagina]

Rivista di Cavalleria

Fondata nel 1886 è un periodico bimestrale edito dall'ANAC, oltre 384 pagine annuali che raccontano la storia e l'attualità della Cavalleria italiana.

[vai alla pagina]

Notizie dalla pagina Facebook della Rivista di Cavalleria

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
27 gennaio 1932
Il Cavallino rampante diventa simbolo leggendario

Proprio in questa data Enzo Ferrari decise di apporre sulla sua vettura il simbolo del Cavallino rampante che era stato ceduto nel 1923 dalla contessa Paolina Biancoli, madre dell’aviatore Francesco Baracca, in occasione della prima vittoria come pilota di Enzo Ferrari, che aveva trionfato nel Gran Premio del Circuito di Savio. Fu in quell’occasione che la contessa avvicinò il pilota consegnandogli il simbolo del defunto figlio. “Ferrari, metta sulle sue macchine il cavallino rampante del mio figliolo. Le porterà fortuna”.
Oggi si celebra non solo il ricordo della creazione di un marchio divenuto icona mondiale d’eccellenza, ma sopratutto il ricordo di un eroe.

La Rivista di Cavalleria lo scorso anno in occasione del 100° anniversario della scomparsa di Francesco Baracca ha pubblicato la ristampa anastatica del libro scritto da Antonino Foschini nel 1939.

https://www.assocavalleria.eu/prodotto/baracca/

Lun Gen 27th, 2020

27 gennaio 1932
Il Cavallino rampante diventa simbolo leggendario

Proprio in questa data Enzo Ferrari decise di apporre sulla sua vettura il simbolo del Cavallino rampante che era stato ceduto nel 1923 dalla contessa Paolina Biancoli, madre dell’aviatore Francesco Baracca, in occasione della prima vittoria come pilota di Enzo Ferrari, che aveva trionfato nel Gran Premio del Circuito di Savio. Fu in quell’occasione che la contessa avvicinò il pilota consegnandogli il simbolo del defunto figlio. “Ferrari, metta sulle sue macchine il cavallino rampante del mio figliolo. Le porterà fortuna”.
Oggi si celebra non solo il ricordo della creazione di un marchio divenuto icona mondiale d’eccellenza, ma sopratutto il ricordo di un eroe.

La Rivista di Cavalleria lo scorso anno in occasione del 100° anniversario della scomparsa di Francesco Baracca ha pubblicato la ristampa anastatica del libro scritto da Antonino Foschini nel 1939.

www.assocavalleria.eu/prodotto/baracca/
... See MoreSee Less

Il ministro della Difesa onorevole Lorenzo Guerini, accompagnato dal campo di stato maggiore della Difesa generale Enzo Vecciarelli, ha recentemente visitato il Train Advise and Assist Command-West (TAAC-W) di Herat, attualmente su base 132^ brigata Corazzata Ariete. Accolto dall’ambasciatore d’Italia a Kabul Roberto Cantone e dal comandante del TAAC-W generale Enrico Barduani, il ministro Guerini è stato aggiornato sulla situazione operativa nell’area e sulle più importanti attività di addestramento, consulenza e assistenza che il Comando svolge in favore delle Forze di sicurezza afghane. Successivamente ha incontrato tutto il personale del TAAC-W al quale ha espresso la stima e il riconoscimento del governo italiano e dell’intera nazione per il difficile lavoro che viene svolto in questa terra lontana.
“In questi giorni di tensione - ha detto il ministro Guerini rivolto alle donne e uomini del TAAC-W - ho sentito la necessità di essere qui. Tutti sanno quanto sia importante la vostra attività per la rinascita di questo Paese e di questo popolo, tutti sanno quanto sia vitale il vostro compito per sostenere le forze di sicurezza militari afghane. I risultati che avete raggiunto in anni di impegno in questo Paese vanno mantenuti e salvaguardati. Siate orgogliosi del vostro lavoro come lo è l’Italia di voi”.
Prima di lasciare Herat, il ministro Guerini ha visitato la base, soffermandosi in particolare presso la sala operativa del TAAC-W dove vengono gestite e monitorate tutte le attività operative in corso e presso il “Role 2”, la struttura sanitaria che supporta i contingenti militari in operazioni.

Ven Gen 24th, 2020

Il ministro della Difesa onorevole Lorenzo Guerini, accompagnato dal campo di stato maggiore della Difesa generale Enzo Vecciarelli, ha recentemente visitato il Train Advise and Assist Command-West (TAAC-W) di Herat, attualmente su base 132^ brigata Corazzata Ariete. Accolto dall’ambasciatore d’Italia a Kabul Roberto Cantone e dal comandante del TAAC-W generale Enrico Barduani, il ministro Guerini è stato aggiornato sulla situazione operativa nell’area e sulle più importanti attività di addestramento, consulenza e assistenza che il Comando svolge in favore delle Forze di sicurezza afghane. Successivamente ha incontrato tutto il personale del TAAC-W al quale ha espresso la stima e il riconoscimento del governo italiano e dell’intera nazione per il difficile lavoro che viene svolto in questa terra lontana.
“In questi giorni di tensione - ha detto il ministro Guerini rivolto alle donne e uomini del TAAC-W - ho sentito la necessità di essere qui. Tutti sanno quanto sia importante la vostra attività per la rinascita di questo Paese e di questo popolo, tutti sanno quanto sia vitale il vostro compito per sostenere le forze di sicurezza militari afghane. I risultati che avete raggiunto in anni di impegno in questo Paese vanno mantenuti e salvaguardati. Siate orgogliosi del vostro lavoro come lo è l’Italia di voi”.
Prima di lasciare Herat, il ministro Guerini ha visitato la base, soffermandosi in particolare presso la sala operativa del TAAC-W dove vengono gestite e monitorate tutte le attività operative in corso e presso il “Role 2”, la struttura sanitaria che supporta i contingenti militari in operazioni.
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

accompagnato dal campo

Ieri 23 gennaio a Grosseto nella sala corsi Unitre il presidente della locale sezione ANAC Alessandro Pasquariello ha tenuto una conferenza su Francesco Baracca; hanno presenziato Giuseppina Scotti presidente di Unitre e il consigliere provinciale Olga Ciaramella.

Ven Gen 24th, 2020

Ieri 23 gennaio a Grosseto nella sala corsi Unitre il presidente della locale sezione ANAC Alessandro Pasquariello ha tenuto una conferenza su Francesco Baracca; hanno presenziato Giuseppina Scotti presidente di Unitre e il consigliere provinciale Olga Ciaramella. ... See MoreSee Less

Dom Gen 19th, 2020

www.facebook.com/402126593133369/posts/2959003844112285/ ... See MoreSee Less

Incontro al reggimento Cavalleggeri Guide
Si è tenuto ieri 14 gennaio presso la caserma D’Avossa di Salerno tra i responsabili della Protezione civile del Comune di Salerno e il personale del Reggimento. Promosso dal comandante delle “Guide” colonnello Daniele Cesaro, l’incontro era mirato a migliorare e incrementare il rapporto di collaborazione e cooperazione con gli attori locali al fine di sostenere un approccio condiviso alle comuni attività da svolgere nell’ambito dei rispettivi compiti istituzionali. All’incontro ha partecipato il capitano VV.UU. Mario Sposito, responsabile della Protezione civile del Comune di Salerno che ha esposto le attività del Servizio nazionale e ha illustrato l’articolazione e le procedure di attuazione del sistema locale, soffermandosi anche sulle ultime esperienze di intervento portate a termine con il concorso delle Forze armate. Sempre più spesso viene richiesto il concorso dell’Esercito italiano al verificarsi di situazioni improvvise e di emergenza.

Mer Gen 15th, 2020

Incontro al reggimento Cavalleggeri Guide
Si è tenuto ieri 14 gennaio presso la caserma D’Avossa di Salerno tra i responsabili della Protezione civile del Comune di Salerno e il personale del Reggimento. Promosso dal comandante delle “Guide” colonnello Daniele Cesaro, l’incontro era mirato a migliorare e incrementare il rapporto di collaborazione e cooperazione con gli attori locali al fine di sostenere un approccio condiviso alle comuni attività da svolgere nell’ambito dei rispettivi compiti istituzionali. All’incontro ha partecipato il capitano VV.UU. Mario Sposito, responsabile della Protezione civile del Comune di Salerno che ha esposto le attività del Servizio nazionale e ha illustrato l’articolazione e le procedure di attuazione del sistema locale, soffermandosi anche sulle ultime esperienze di intervento portate a termine con il concorso delle Forze armate. Sempre più spesso viene richiesto il concorso dell’Esercito italiano al verificarsi di situazioni improvvise e di emergenza.
... See MoreSee Less

Video image

Sab Gen 11th, 2020

youtu.be/H-R6raSoBU0 ... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Load more